News

PIETRO BEMBO L'arte di mostrare l'arte

condividi su
Pubblicato il 07 May 2013

Nel Cinquecento, Pietro Bembo, grazie al suo colto e raffinato gusto collezionistico, inventò una nuova tipologia di raccogliere e presentare non solo l’arte, ma la conoscenza stessa, dando vita nel suo palazzo di Padova alla “Casa delle Muse”, ossia al Museo, termine che da allora divenne universale. La mostra “Pietro Bembo e l’invenzione del Rinascimento”, curata da Guido Beltramini insieme a Davide Gasparotto a Adolfo Tura (aperta fino al 19 maggio presso Palazzo del Monte di Pietà in Piazza Duomo a Padova) è una mostra di successo, allestita con straordinaria competenza e grandissima passione. Nelle Prose della volgar lingua, pubblicato nel 1525, Bembo codifica le regole dell’italiano, fondandolo sulle opere di Petrarca e Boccaccio, mentre nel campo dell’arte additò Michelangelo e Raffaello come referenti di un nuovo, rivoluzionario fare artistico, simmetrico a quello della letteratura, esito di una perfezione senza tempo e senza ripiegamenti regionali. Così un’Italia, suddita militarmente delle grandi potenze europee, trionfò in Europa conquistando il primato con le pacifiche armi dell’arte e della cultura, inventandosi appunto il Rinascimento: un bell’esempio di riscatto da proporre anche oggi alla luce delle nostre crisi e delle nostre attuali, pesanti contraddizioni. La mostra patavina narra di questa entusiasmante epopea, istruendo e stupendo i visitatori per la sapienza con la quale i curatori hanno interpretato la vita di Bembo e le sue mitiche collezioni e lancia un ponte naturale al luogo dove si svolge l’evento della serata: Villa Della Torre Allegrini, a Fumane di Valpolicella, in memoria della vicinanza culturale tra Pietro Bembo e il Vescovo Riformatore di Verona Gian Matteo Giberti, che ebbe segretario particolare proprio Francesco Della Torre, proprietario della villa e animatore di una fra i circoli più dinamici di tutto il Rinascimento Italiano. 

Programma

Ore 18:00 Visita guidata di Villa Della Torre Allegrini e per la prima volta, dopo il restauro, anche del Bucintoro dedicato a Giove Ammone
Ore 19:00 Dialoghi e proiezioni
Intervengono:
 

Guido Beltramini, curatore della mostra “Pietro Bembo e l’invenzione del Rinascimento”
Antonio Foscari, IUAV di Venezia
Paola Marini, Direttrice dei Musei d’Arte e Monumenti del Comune di Verona
Giancarlo Mastella, Direttore di Villa Della Torre Allegrini
Gianni Moriani, Venice International University
 

Ore 20:30 Aperitivo in Peristilio
Ore 20:45 Cena (solo su invito e prenotazione) nella Sala del Camino del Diavolo, XVI sec. 

condividi su